lunedì 4 marzo 2013

Fai Sentire la Tua Voce: NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE!!

Venerdì prossimo ci sarà la Festa della Donna e mai come in questi pochi anni è il caso di alzare la voce su quello che ormai è diventato un fenomeno orrendo: il femminicidio.


Dal blog Fiori e Matrimoni, Alessandra ha organizzato un'iniziativa per la lotta contro la violenza sulle donne. 

Nel suo post riporta il monologo fatto da Luciana Littizzetto a Sanremo il 14 Febbraio scorso; questi sono alcuni frammenti
"In Italia in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, compagna, figlia, amante, sorella, ex. (....
La uccide perché la considera una sua proprietà. Perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.. E noi che siamo ingenue spesso scambiamo tutto per amore, ma l’amore con la violenza e le botte non c’entrano un tubo. L’amore, con gli schiaffi e i pugni c’entra come la libertà con la prigione. Noi a Torino, che risentiamo della nobiltà reale, diciamo che è come passare dal risotto alla merda. (.....)".

Alessandra aggiunge anche alcuni dati da far venire la pelle d'oca:

Negli ultimi 20 anni la percentuale di donne tra le vittime di omicidio è aumentata dall' 11 al 25%.(.....Sono talmente tanti i casi di violenza e omicidi alle donne che si parla di femminicidio! La violenza domestica  è la prima causa di morte nel mondo per le donne tra i 16 e i 44 anni: più degli incidenti stradali, più delle malattie!

Ho deciso di aderire subito a questa campagna, e se volete farlo anche voi, andate nel blog di "Fiori e Matrimoni" e leggete il  post dell'iniziativa: vi basterà seguire i tre semplici passi illustrati nel post.

Ho lasciato un commento ad Alessandra che riporto qui di seguito:

"Quello che non riesco a concepire è che la legge sullo stalking (anche se approvata in Italia tardissimo) è come se non esistesse: le denunce fatte sembrano non servire a nulla, le forze dell'ordine non intervengono neanche se ti presenti in caserma con la faccia sanguinante. 
La vittima, poi, quando gli và bene, la portano in una struttura protetta, pari ad una prigione, dalla quale non può uscire perché altrimenti rischia la vita e il bastardo invece gira tranquillo come gli pare, LIBERO.
Mi fà incazzare!!!".


Partecipate in TANTI & TANTE.

love ya

15 commenti:

  1. Si De, ed il peggio è che i dati noti sono molto meno della metà di ciò che realmente accade...che tristezza :-(

    RispondiElimina
  2. Concordo con quello che dici, ed è piaciuto molto anche a me il monologo della Litizzetto "una donna senza peli sulla lingua"!
    Adesso vado a dare un'occhiata da Alessandra
    ciao
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Che bella iniziativa! P.s. Nn so xche siano sparite le foto cercherò di reimpostarle un bacio

    RispondiElimina
  4. da ora ti seguo :)
    spero ti vada di ricambiare: www.serenalamanna.blogspot.com
    Serena

    RispondiElimina
  5. Questa è una bellissima iniziativa... pensa che alcune settimane fa anche io con la mia scuola, a Ravenna, siamo andati in piazza del popolo insieme a altri tremila ragazzi e ragazze a ballare insieme il flesh mob con la canzone "Break the chain". Questa "rivolta" è nata timidamente un mese fa circa dalla "Casa delle donne di Ravenna" e passando su Facebook, internet e social network ha fatto il giro del mondo. Quindi ragazze, donne blogger :D, sono dalla vostra parte, è giusto fermare questo femminicidio, dire basta ai soprusi e al male che vi viene fatto. BASTA!!! FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE. BREAK THE CHAIN (ROMPIAMO LA CATENA). Quella catena che vi tiene oppresse e indifese. Facciamo sentire la nostra voce: LA RIVOLTA PARTE DA NOI!!!

    RispondiElimina
  6. grazie per avermi fatto conoscere questa iniziativa... aderisco con piacere... come hai visto anche io ho fatto diversi post sull'argomento, anche se credo che sulla Festa della Donna sul mio blog passerò perché questa festa non mi piace un granché... ciao ... baci :*

    RispondiElimina
  7. Bellissima iniziativa,sono felice di esserbe venuta a conoscenza.eli

    RispondiElimina
  8. Ciao Debby!! grazie per la segnalazione di questa importante iniziativa, parteciperò di sicuro.
    Un abbraccio!!
    Romina

    RispondiElimina
  9. Hai proprio ragione! corro subito ad aderire! Se ti va possiamo seguirci a vicenda nel frattempo, io inizio subito e ti aspetto da me!
    xoxo M
    www.fashionspiesmg.blogspot.it
    ultimo post Evento Tom Ford Beauty

    RispondiElimina
  10. messaggio davvero importantissimo...
    bellissimo post
    kiss e buona giornata
    vendy

    follow me on:
    the simple life of rich people blog

    RispondiElimina
  11. carissima! è un iniziativa molto importante, è essenziale continuare a parlare ad alta voce di questa piaga sociale! purtroppo è la legge che andrebbe modificata, ci dovrebbero pensare i signori in parlamento perchè con la normativa attuale forze dell'ordine e giudici hanno le mani legate....è una vergogna

    RispondiElimina
  12. Mamma mia, sono debilitata a sentire queste percentuali di violenze sulle donne!
    Ormai al giorno d'oggi queste cifre dovrebbero calare e non aumentare!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao compliementi per il tuo blog è bellissimo mi sono iscritta come follower se ti va passa anche da me
    a presto ciao

    http://nailartpassopasso.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Grazie per avermi avvertito dell'iniziativa!
    bacio!

    RispondiElimina
  15. Ciao Debby e complimenti per il blog, molto, molto femminile!
    Mi sono unita come tua lettrice... spero vieni a farmi visita nel mio!
    Bellissima questa lotta contro gli abusi, sulle donne, che partecipo con vero piacere!

    Antonella.

    RispondiElimina

♥ Grazie per avermi lasciato il tuo commento ♥

Per ricevere le notifiche di nuovi commenti a questo post (comprese le mie risposte), seleziona l'opzione INVIAMI NOTIFICHE, in basso a destra.

Love ya! debby